button_contattaci

Divorzio

Mancata esecuzione dolosa dei provvedimenti del giudice

Normativa penale – Un comportamento omissivo di uno dei due genitori, oltre che sanzionabile in sede civile, può essere anche penalmente rilevante per il reato di “mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice”, previsto e punito dall’art. 388 II comma del codice penale. Ricorre il predetto reato quando un genitore non ottemperi alle prescrizioni di un giudice civile o modifichi arbitrariamente, senza autorizzazione, queste prescrizioni. La sanzione che si rischia è la pena della reclusione fino a tre anni o della multa da 103 a 1032 euro “a chi elude l’esecuzione di un provvedimento del giudice civile, che concerna l’affidamento di minori o di altre persone incapaci”. Essendo un reato procedibile d’ufficio, non occorre necessariamente la proposizione di una querela del coniuge non collocatario, che si presume leso nei propri diritti. In sede di divorzio, i coniugi o il giudice, attraverso il suo potere decisionale, stabiliscono, fra le altre cose, anche presso quale genitore debbano essere collocati i figli minori e regolamentano il cosìdetto diritto di visita del coniuge non convivente con i minori.

Cosa si intende per “”mancata esecuzione dolosa dei provvedimenti del giudice” – Di regola, la semplice inattività non può costituire la condotta "elusiva" dei provvedimenti del giudice in materia di affidamento di minori, prevista come reato dall'art. 388 comma 2 c.p., tuttavia, deve riconoscersi la configurabilità di tale reato quando, richiedendosi da parte del soggetto tenuto all'osservanza degli obblighi ingiunti con taluno dei suddetti provvedimenti una certa attività collaborativa, questa venga ingiustificatamente negata. La responsabilità di un genitore nei confronti del figlio può sussistere, quindi, anche nell’ipotesi in cui questo impedisca, ostacoli o comunque non agevoli i rapporti dello stesso con l’altro genitore. Ai fini della configurabilità del reato di cui all'art. 388 cpv. c.p. il termine "elude" va inteso in senso lato, comprensivo di qualsiasi comportamento - positivo o negativo - ad evitare l'esecuzione del provvedimento del giudice civile.

Giurisprudenza – L’orientamento costante della giurisprudenza ha stabilito che il coniuge collocatario dei figli minori ha il dovere di adottare i comportamenti strettamente indispensabili a consentire l'esercizio effettivo del diritto di visita dell’altro genitore, fornendo, sul piano materiale e affettivo, un sostegno in termini di coordinamento e cooperazione che è sempre necessario per garantire l'esecuzione in buona fede dei provvedimenti del giudice civile concernenti i minori. "Il rifiuto di fatto opposto dal genitore affidatario alla richiesta - verbale o scritta - dell'altro genitore di esercitare il diritto di visita dei figli concreta l'elusione del provvedimento giurisdizionale che regolamenta tale rapporto, proprio perché l'atteggiamento omissivo dell'obbligato finisce con il riflettersi negativamente sulla psicologia dei minori, indotti così a contrastare essi stessi gli incontri col genitore non affidatario perché non sensibilizzati ed educati al rapporto con costui dall'altro genitore" (Cass. pen., sez. V, 16.3.00, n. 4730).

 
Joomla SEF URLs by Artio

Ottenere la giusta tutela delle proprie ragioni è sacrosanto, non rinunciate a "lottare": il diritto cambia di continuo, magari potete vedervi riconoscere oggi quello che ieri sarebbe stato impossibile.

I cosiddetti " soggetti deboli" sono persone come le altre, un individuo fragile è qualcuno che  sogna come tutti, che ha i suoi progetti, le sue aspettative, che va sempre ascoltato  e rispettato.

Litigare è rischioso, un buon legale è quello che chiede magari meno di quanto speravate, ma facendolo arrivare prima che si può, senza litigi, senza costi ingiustificati, senza inutili stress.

Danno biologico, morale, esistenziale: chiedere poco a titolo di risarcimento è sbagliato, troppo si rischia di irritare il tribunale. Occorre far valere il danno effettivo, niente di meno e niente di più.

Cendon & Partners - Copyright ©  2011 - 2014
Tutti i diritti riservati - Codice fiscale 90129330321

Condividi

button_s_ped

Vietata la copia e la riproduzione anche parziale - Web Agency Altavista Firenze

CSS Validity XHTML Validity